2.6.13

Raggi buoni

Riesco ancora a meravigliarmi di quanta forza possieda un ricordo felice. La forza di nascondere quelli più tristi con uno strano effetto di luce, un abbaglio che acceca ogni cosa e ti ricopre di Sole. Io mi abbronzo dei nostri momenti migliori, miei e tuoi. Con la marmellata all'albicocca come crema spalmata, crema ad alta protezione, per proteggerci da chi, i nostri momenti migliori, non li capirà mai. I miei occhi sembrano persino più azzurri quando rimango immobile qui, a ricevere i raggi buoni, quasi diventassero schermi di cristallo su cui far scorrere i fotogrammi d'un film d'altri tempi.
Però mi piace starmene qui, distesa qui, mi piace proprio. Quando posso ne approfitto per starci il più a lungo possibile: voglio che i nostri raggi buoni mi arrivino fin sotto la pelle, impregnarmi di ciò che siamo stati perché magari così lo saremo di nuovo. Torneremo nuovi. Mi addolcisco al solo pensiero di te che ti soffi il naso di nascosto o che divori la piadina con la mozzarella bollente. Oggi ho esagerato con l'esposizione e mi sono scottata tutta. Mi sono scottata anche se ho fatto come mi avevi detto tu, anche se mi sono messa addosso la più dolce marmellata all'albicocca che custodivamo in dispensa. Penso di avere la febbre. Ma non preoccuparti, passerà. Amore mio, passerà.

Nessun commento:

Posta un commento